Leggere

Donne che ostacolano le altre donne

Donne che ostacolano le altre donne è un interessante punto di viste sulle donne di potere (con un contributo della fondazione Bellisario, che ho conosciuto grazie a Lilly delle Donne Visibili). L’articolo è apparso sul blog “la 27a ora” del Corriere.it a firma di Elvira Serra.

Invece che soffermarsi solo sul ruolo che hanno le donne in ruoli chiave nello sminuire le collaboratrici, constatando che una sorellanza ancora non c’è, presenta anche la prospettiva opposta: non devono cambiare solo le leader, dobbiamo prima di tutto cambiare noi.

“«Le donne al vertice sono oggetto di transfert, diventano una madre idealizzata, che può diventare penoso non riuscire mai a raggiungere», spiega la psicoanalista femminista Manuela Fraire. «Quando ti identifichi con la leader, non guardi più al rapporto che hai con lei, ma a quello con la tua pari grado e ti chiedi se lei piacerà più di te. In queste condizioni, non può esserci nessuna solidarietà». Allora bisogna evitare la sindrome dell’ape operaia. “

Inoltre si sofferma sull’ostilità che genera una donna di potere: “Abbiamo ancora lo stereotipo culturale della donna altruista, buona e generosa, servile, sottomessa, passiva. Se però è assertiva, diventa subito aggressiva e dominante. Di un uomo non si direbbe mai.», osserva Beatrice Bauer, che insegna comportamento organizzativo alla Bocconi. Significa che se un capo è brusco o freddo o arrogante si dà quasi per scontato che sia così, si è disposte a tollerarlo. Di un’omologa, mai.”

La sindrome dell'ape regina? (da Wikipedia)

La sindrome dell’ape regina? (da Wikipedia)

Io, anche se qualche carriera l’ho provata, non ho ancora capito dove arrivi la mia ambizione. So però, da brava ragazza un po’ viziata, che gentile, servile e passiva non lo sono e mi sono spesso sentita tirata fra il non voler sembrare aggressiva ed il voler prendere il mio spazio.  E ho scambiato colleghe più grandi per sorelle maggiori (o nonnine, in un caso), sbagliandomi.

La frase più bella secondo me:

 “bisogna riconciliarsi con la parola potere”.

Annunci

3 thoughts on “Donne che ostacolano le altre donne

  1. Recuperare la solidarietà femminile è un mio sogno. Quando siamo state unite per ottenere un obiettivo abbiamo smosso montagne! Purtroppo ci muoviamo su un terreno difficile – quello offertoci dal mondo del lavoro, da sempre declinato al maschile – e tendiamo a farci lo sgambetto per restare in corsa. Personalmente voglio uscire dalla corsa per tentare di creare uno spazio dove le donne potranno finalmente condividere e aiutarsi.

    Mi piace

    • Grazie Manuela, hai proprio ragione. Ho visitato il tuo blog, anche tu occupi come noi di dare voce alle donne, ti andrebbe in futuro di fare uno scambio di articoli?

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...