Esperienze/Leggere

La Nonna Di Valentina

Vorrei augurarvi una Buona Pasqua e una Buona Pasquetta con una storia tratta da un fatto realmente accaduto, raccontatomi da una amica russa. I nomi e le città sono stati cambiati.

La Nonna di Valentina – Parte Prima

“Ti ho mai raccontato di mia nonna?”

Valentina è arrivata in Germania quasi vent’anni fa, un viaggio lungo quattromila chilometri, da un paesino russo al confine con il Kazakhstan. Quattromila chilometri più in là rispetto al nostro orizzonte sono sepolte storie distanti, e la storia della  nonna di Valentina è una di queste.

La nonna era una donna piccola, magra, sempre con il fazzoletto in testa, con una grande parlantina, il sorriso furbo e gli occhi che guardano lontano.

Diceva di essere parente dell’astronauta  Koroljov, che Koroljov era suo zio, e Koroljova infatti era il suo cognome e tutti lo sapevano; e lei sapeva guadagnarsi con le bugie quel rispetto in più, che, per una vedova ormai avanti negli anni e che vive da sola in un paese sperduto di campagna, voleva dire anche protezione.

Conosceva le erbe, quelle che facevano bene alla salute e quelle che facevano male o almeno così faceva credere; dispensava consigli e medicamenti e magari anche qualche pretesa magia. Non si sa se ci credesse davvero oppure no. Di certo ci credevano quelli che l’andavano a trovare.

Però doveva essere convincente e sicura di sé, se molti compaesani e altre persone anche dai paesi vicini, la andavano a trovare per chiederle consigli, per la salute o per l’amore o per il lavoro e per tutto quello che era possibile chiedere a una vecchietta furba come lei.

Valentina non aveva ancora diciotto anni  e viveva a Ilek, il  paesino vicino. Da quando aveva quattordici anni era fidanzata con Victor  che l’adorava e che voleva sposare. Ma Victor un giorno partì militare.

Il servizio militare nella Russia ancora sovietica era lungo da passare e Victor mancò da Ilek per quasi due anni. A Ilek, Valentina però aspettava fiduciosa e intanto si avvicinava il giorno del suo diciottesimo compleanno.

E Viktor tornò, poco prima della festa di Valentina. Ma la sfugge, la evita, sembra diventato un altro.

Il giorno del suo compleanno non si fa nemmeno vedere.
Valentina non capisce, è ferita profondamente e lo va a cercare a Sakmara, dove lui vive con i suoi genitori. Bussa alla porta della sua famiglia, ma nessuno le apre. Bussa ancora, nessuno le apre però sente delle voci da dentro, riconosce anche la voce di lui. Insiste e finalmente le apre il padre, che le dice senza vergogna che il figlio Viktor non è a casa.
È come se crollasse il mondo per Valentina: il fidanzato che la amava e la voleva sposare è in casa ma si fa negare proprio a lei, non la vuole vedere.

Non le resta che tornare dalla sua famiglia, distrutta. Il papà di Valentina non si dà pace. Che il fidanzato non si sia fatto vedere nemmeno al giorno del compleanno e si sia fatto negare quando era in casa è pure un affronto. Sua figlia è distrutta,  non fa che piangere tutto il giorno, lui che ne è il padre deve fare qualcosa.

Allora decide di andare a parlargli: se Viktor non vuol parlare a Valentina, almeno vorrà parlare con lui, che è un rispettabile comandante dell’esercito.

Finalmente viene fuori la verità: Viktor è stato con un’altra donna, mentre era al servizio militare e questa donna adesso è incinta e lui è costretto a sposarla.

Questa notizia è come un coltello, che trancia due giovani vite. Valentina deve farsene una ragione: il suo futuro ormai è chiaro, non è con Viktor.

Fine Prima Parte

 

La Nonna di Valentina

Annunci

One thought on “La Nonna Di Valentina

  1. Pingback: La Nonna di Valentina – Finale | Le Donne Visibili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...