Notizie

Studia!

Anni fa piangevo sempre. Spesso, molto spesso. Poi ho smesso e adesso non piango quasi più.
Tranne oggi.

Questo disegno è apparso in un articolo dell’11 gennaio 2019 sul Foglio. L’autore è Makkox, Marco D’Ambrosio.   Visitate il sito del giornale per l’articolo e seguite i lavori di Makkox.

“Studia, ragazza, studia”

Chissà cosa pensava quando si è cucito o fatto cucire la pagella addosso, per non perderla.

Chissà cosa si immaginava. A che scuola voleva mostrare la sua pagella.

“Studia, studia, sii sempre brava, la più brava”

Chissà cosa si immaginava, mi chiedo. Un viaggio pericoloso ma poi la scuola, il lavoro.

“Tanti non ce la fanno, ma quelle brave sì, studia e farai tutto quello che vorrai”

Mi vengono in mente i pensieri di me studentessa, una vita tutta diversa, forse la vita che si immaginava lui. In Europa i ragazzi devono solo studiare. Anche quando non sono più ragazzi.

“Papà dice che non devo sempre prendere 30 ma cosa ne sa lui, ormai è tardi, tutta la vita essere brava, mica si può smettere così, a vent’anni, a comando. Ma papà dice anche che non mi devo preoccupare di niente, mi devo solo impegnare a studiare, quindi se devo fare solo quello, devo farlo bene no?”.

Chissà cosa si immaginava, non esiste un mondo più bello di quello in cui a 14 anni bisogna solo studiare.

Ti ricordi com’è quando prendi un bel voto, uno bellissimo? È esilarante e pensi “La mia vita sarà sempre così, perché sono brava”.

Poi non va proprio così ma alla fine, dai sì, e comunque che importa…

Chissà dove si immaginava che lo avrebbe portato quella pagella-tappeto volante, pagella-scudo, pagella-salvagente.

Pure io mi sarei cucita la pagella in tasca. Perché ho sempre pensato che era tutto quello che avevo. Con quei bei voti, così intelligente, dicevano tutti, non sarei mai potuta annegare. E invece.

“Studia, ragazza, studia”.


La storia del ragazzo migrante con la pagella in tasca è raccontata da Cristina Cattaneo nel libro “Naufraghi senza volto“, in cui racconta il lavoro di specialista medico-legale che identifica le vittime delle traversate dei migranti nel Mediterraneo.

Pubblicità

2 thoughts on “Studia!

  1. Pingback: Buon ferragosto! | Le Donne Visibili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.