avvento delle donne visibili

Mariam Makara

Una delle parole più usate nel 2022 è stata decolonizzazione. Manifestazioni, mostre, conferenze, film documentari hanno avuto come focus d’ interesse il rapporto tra il vecchio continente e l’Africa rivedendone completamente il significato storico, politico e culturale.

Decolonizzare l’ architettura del proprio paese per Mariam Makara, architetta nigeriana, è una vera e propria missione.

Molto prima dell’ ascesa delle civiltà europee, le antiche architetture dell’ Africa , del Medio Oriente e del Sud America avevano soluzioni sofisticate per affrontare le sfide ambientali. Eppure spesso si insegna l’ architettura come se solo l’ Europa avesse una storia…. Il futuro ci pone di fronte a sfide come la crisi climatica, la rapida urbanizzazione e l’ esplosione demografica, per le quali possiamo sviluppare soluzioni reali in architettura solo se decolonizziamo il nostro modo di vedere le cose. (TAZ 08.04.2021)

Dopo aver lavorato diversi anni come ingegnera informatica, Mariam Makara decide di diventare architetta. Nel 2014, conseguita la laurea in architettura presso l’università di Washington, apre a Niamey lo studio di architettura Atelier Masomi.

I materiali usati sono cemento, terra cruda, metallo riciclato. Il risultato è bellissimo. Edifici, spazi pubblici in armonia con il contesto e sensibili alle esigenze degli abitanti.

Nel 2021 la rivista DOMUS l’ ha inserita tra i 100 architetti più importanti del mondo  e nello stesso anno è stata invitata alla Biennale di Architettura di Venezia.

http://www.atelier masomi.com

Pubblicità

One thought on “Mariam Makara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.